Mobilità sostenibile ed energia rinnovabile: il 18 maggio il quinto hackathon con gli studenti dell’Istituto “Buccari ” di Cagliari

Gli studenti dell’Istituto Tecnico Trasporti e Logistica “Buccari” di Cagliari saranno i protagonisti del quinto e ultimo hackathon sulla mobilità sostenibile, energia rinnovabile e domotica organizzato dal Dimostratore Tecnologico di Opificio Innova in collaborazione con INNOIS Fondazione di Sardegna.

I ragazzi e le ragazze del “Buccari” si sfideranno mercoledì 18 maggio, dalle ore 9 alle ore 19, negli spazi della Manifattura Tabacchi a Cagliari.

Il team che risulterà vincitore nel round andrà nella finale che si svolgerà nel mese di giugno e sfiderà i team delle scuole Meucci, Giua, Marconi di Cagliari e I.P.S.I.A. di Tortolì. Il progetto punta a stimolare la creatività delle nuove generazioni intorno al tema della sostenibilità e che vedrà nel mese di giugno la finalissima tra le scuole sarde

Il Nautico “Buccari” di Cagliari nasce come Istituto Tecnico Nautico autonomo nell’anno scolastico 1923/24, a seguito della Riforma Gentile che aveva dato un nuovo assetto alle vecchie scuole tecniche, dopo essersi staccato dall’Istituto Tecnico Commerciale “Pietro Martini” di Cagliari cui era aggregato fin dal 1868. L’Istituto è inserito nella realtà territoriale del Distretto Scolastico 22, nell’hinterland cagliaritano. Opera nel sud della Sardegna ed ha un bacino di utenza molto vasto, essendo l’unico Istituto Nautico della provincia di Cagliari, oltre quello di Carloforte.

Il numero complessivo di allievi, da ormai alcuni anni, si attesta intorno a 450. Il numero di docenti è di circa 70; il lavoro della segreteria è svolto da 8 impiegati; il personale tecnico e/o ausiliario consiste di 12 persone. Sono operanti 4 corsi completi, A, B, C, D, e un numero variabile di prime. Gli alunni provengono per oltre il 70% da ben 47 differenti paesi della provincia di Cagliari e per circa il 6% da quattro paesi situati nella provincia di Oristano.

Condividi su
Categories: Notizie